Massimo Gualberti © 2019 - Vietata la copia

Sport

Le Associazioni Sportive, alle quali nel 2012 Finale è stata insignita del titolo di Città Europea dello , costituiscono uno dei più importanti patrimoni della nostra Comunità.

Nell’ambito di un concordato con la Consulta dello Sport occorrerà:

  • Procedere ad una straordinaria di tutti gli impianti sportivi, con un programma triennale di intervento;
  • Provvedere ad una manutenzione straordinaria del campo da basket di , con la trasformazione dell’area in una palestra all’aria aperta, con strutture e spazi destinati ai ragazzi. La precisa definizione dell’area dovrà avvenire attraverso una “progettazione partecipata”, con l’intervento degli studenti delle scuole Finalesi. L’area vedrà di massima la ristrutturazione del campo da basket con pavimentazione e recinzione adeguata. L’illuminazione a basso consumo energetico della struttura sarà azionabile attraverso sensori di movimento, con limitazione di orario per non recare disturbo alla quiete pubblica.  In base alle idee pervenute altre strutture sportive saranno inserite nell’ambito dell’area, per favorire l’aggregazione e la pratica sportiva svolta in autonomia;
  • Nell’ambito delle libere, in accordo con le associazioni sportive di riferimento, si   favorirà la realizzazione di uno o più campi destinati al beach volley.
  • Estendere la competenza dell’Ufficio Stampa Comunale a tutte le manifestazioni sportive organizzate nell’ambito del territorio, anche con la fornitura di spazi pubblicitari su quotidiani on line;
  • Assicurare alle Associazioni l’assistenza necessaria all’organizzazione dei vari eventi, con la contestuale creazione di una “struttura logistica”, che assicuri il montaggio, lo smontaggio, la custodia e la manutenzione delle attrezzature. A tal fine, inderogabilmente, verranno destinate specifiche risorse economiche, da assegnarsi attraverso bando o affidamento diretto ad associazioni sportive o di volontariato;
  • Sostenere con maggiori risorse le attività sportive svolte nell’ambito della scuola, estendendole, altresì, alle principali attività , in particolare e vela;
  • Estendere le competenze della Consulta dello Sport alla predisposizione degli interventi di manutenzione, di realizzazione di nuove opere ed erogazione di contributi;
  • Salva la previsione del nuovo Palazzetto dello Sport da realizzarsi nell’ambito dell’operazione ex Cava Ghigliazza, andranno valutati con grande attenzione i possibili tempi di realizzazione, per giungere entro la fine dell’anno in corso all’individuazione di una nuova area per la realizzazione di un nuovo Palazzetto, con la predisposizione di un progetto, la ricerca di finanziamenti e l’inserimento nel programma triennale delle opere pubbliche;
  • Procedere, salva un’attenta verifica del rischio idraulico, ad una delocalizzazione dei magazzini comunali di Via Calice, con la realizzazione di un’ulteriore palestra in sito.
Aiutaci e condividi questa pagina